fbpx
stop al dolore

IL CANE TIRA AL GUINZAGLIO? E TI FA MALE LA SPALLA?

L’articolo ti è stato d’aiuto?
condividilo sui canali social
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Spesso capita di sentire pazienti che sostengono di avere dolore alla spalla oppure che i dolori sono iniziati dopo una passeggiata con il loro amico a 4 zampe

Se il vostro cane tira molto, voi e lui siete sottoposti ad un enorme stress e questo può provocare frustrazione e creare:

  • dolori alla spalla
  • pericolo di scivolare
  • stress per il cane

Uscire a fare una passeggiata non si deve trasformare in un tiro alla fune

Questo tira e molla per le nostre spalle non è il massimo, anzi può diventare un problema. Fare una passeggiata e stare all’aperto con il proprio cane dovrebbe essere piacevole e rilassante, non una tortura.

Ecco perché è importante insegnare al proprio cane a non tirare al guinzaglio e stare al tuo passo per evitare eventuali problemi alla cuffia dei rotatori tra cui:

localizzazione dell'infiammazione nella cuffia dei rotatori

Che cos’è la cuffia dei rotatori?

Si intende un’unità funzionale costituita da 4 muscoli che dalla scapola si inseriscono sull’omero e con la loro azione stabilizzano la spalla.
Questi quattro muscoli sono il muscolo sovraspinato, muscolo sottospinato, muscolo piccolo rotondo e muscolo sottoscapolare.

Due sono i possibili eventi che si possono presentare quando il cane tira al guinzaglio.

Il primo evento è il più severo e parliamo di lesioni con causa traumatica violenta. Si possono verificare all’improvviso per essere stati strattonati di colpo, il sintomo principale è un dolore intenso, con conseguente sensazione di blocco e di debolezza immediata nella parte superiore del braccio. Si può percepire anche un crack.

Il secondo evento riguarda invece le infiammazioni che si sviluppano lentamente a causa di movimenti ripetitivi o da irritazione dei tendini dovuta ad uso eccessivo di spalla.

In una prima fase è presente infiammazione, poi edema che sfocia in seguito in un aumento della vascolarizzazione dei tessuti che compongono l’articolazione e ciò porta ad un conflitto tra il tendine e la parete ossea sovrastante durante il movimento (quindi nel nostro caso le numerose uscite con il cane che vi trascina continuamente per strada).

Queste irritazioni dei tendini possono causare dolore e debolezza del braccio che però peggiora con il tempo. In questo caso il dolore si può percepire quando si solleva il braccio di lato e in più il dolore si può spostare verso il basso lungo l’arto superiore.

Nelle fasi iniziali il dolore è lieve e presente solo quando si alza il braccio sopra la testa. Successivamente diventa ricorrente alternando periodi più o meno lunghi di benessere a periodi di dolore ed impotenza funzionale.

Con il tempo il dolore può diventare continuo e poi grave avvertendolo anche a riposo e di notte.

Purtroppo dolore e debolezza possono compromettere le normali attività quotidiane come pettinarsi i capelli portare il braccio dietro la schiena.

Diagnosi

La diagnosi deve essere eseguita dall’ortopedico specialista di spalla attraverso dei test specifici e dall’aiuto di esami strumentali come ecografia dinamica in real time (se vuoi saperne di più della visita ortopedica clicca qui) ed eventualmente risonanza magnetica.

Quale fisioterapia per questo problema?

Obiettivo primario del trattamento è la riduzione del dolore e il ripristino normale della funzione della spalla che si ottiene mediante:

  • Ghiaccio
  • Antinfiammatorii
  • Tecniche manuali come: massoterapia, trattamento dei trigger point
  • Terapia strumentale come: Enf (Electro neuro feedback Therapy), Laser ad alta potenza, Tecarterapia, Ultrasuoni e Ipertermia.

  • Idrokinesiterapia.

In base al genere di problematica sviluppata, il terapista integra la tecnica manuale con lo strumento fisico più adatto.

Fondamentali saranno poi gli esercizi per la cuffia dei rotatori, eseguiti sia in palestra riabilitativa che in piscina. Nella prime fasi il terapista farà attenzione all’esecuzione corretta del movimento e successivamente si inseriranno esercizi con resistenze di vario tipo come gli elastici e i pesi ed infine per quanto riguarda la riabilitazione propriocettiva si svolgeranno esercizi per ripristinare il controllo motorio della spalla nello spazio.

Qualora il trattamento conservativo non portasse alla risoluzione del problema si prenderebbe in considerazione l’indicazione chirurgica.

Per evitare tutto ciò è fondamentale utilizzare il guinzaglio in maniera corretta inserendo la maniglia nel polso e poi stabilizzare la spalla mantenendo una postura corretta ed è opportuno insegnare al cane la giusta condotta al guinzaglio.

A CURA DI

SARA COSTABILE

https://www.linkedin.com/in/sara-costabile-b95021173

risolvi il tuo problema

IN 2 SEMPLICI PASSAGGI

1

Scegli il

FISIOTERAPISTA

tra i nostri specialisti
Scegli il

CENTRO

più vicino a te

2